( ! ) Notice: Undefined variable: page_body in /var/i2m/siti/cesar/head.php on line 21
Call Stack
#TimeMemoryFunctionLocation
10.0003263992{main}( )../show_appuntamenti.php:0
20.0021285296include( '/var/i2m/siti/cesar/head.php' )../show_appuntamenti.php:23
>

Fascismo abbandonato/Fascism in ruins


Inaugurazione mostra fotografica
Venerdì 14 Maggio ore 15:00
The British School at Rome, via Gramsci, 61 - Roma

La mostra (che è già stata presentata con successo in Gran Bretagna e Italia, e proseguirà poi per la Germania e gli Stati Uniti) è il risultato di un lavoro compiuto negli ultimi anni dall’architetto e fotografo inglese Dan Dubowitz.
 
Dubowitz ha fotografato, con macchina fotografica di grande formato, gli edifici delle ex-colonie marine degli anni ’30 sui litorali toscano e adriatico nel loro stato attuale, per la gran parte di grave degrado, in qualche caso di riuso (spesso con serie alterazioni).
 
La mostra si comporrà di diverse decine di fotografie di Dan Dubowitz, presentate come lightboxes e come stampe, oltre a immagini documentarie d’epoca e piante degli edifici.
 
Tra le diverse opere fotografate, spicca la Colonia Rosa Maltoni Mussolini a Calambrone (Pi) di Angiolo Mazzoni al quale il CE.S.A.R. ha recentemente dedicato un Quaderno monografico, presentato presso l’Archivio Centrale dello Stato in occasione della XII Settimana della Cultura.
 
Per il giorno di apertura della mostra, venerdì 14 maggio 2010, è previsto un ’salon’ o colloquio informale sul tema, "Cosa si può fare di un edificio fascista abbandonato? / What can we do with a Fascist building in ruins?".
 
Il ’salon’ inizierà alle ore 15.00 nella Sala Conferenze dell’Accademia Britannica e proseguirà, con un ’tea break’, fino alle ore 17.30.
 
Il ’salon’ non sarà un convegno formale, ma una tavola rotonda e uno spazio di discussione per studiosi e persone specificamente interessate al soggetto.
Dan Dubowitz, Arne Winkelmann (già collaboratore del Deutsches Architekturmuseum) e l’architetto inglese Patrick Duerden (Twentieth Century Society) presenteranno le proprie osservazioni sul tema a un gruppo scelto di studiosi - italiani e stranieri - dell’architettura italiana del ventesimo secolo, storici, architetti.
 
Hanno finora dato la loro adesione Emilio Gentile (autore di "Fascismo di pietra"), Giorgio Muratore (storico dell’architettura), Piero Ostilio Rossi (storico dell’architettura), Luigi Prisco (architetto responsabile del restauro della Ex-GIL di Luigi Moretti), Valter Balducci (già responsabile scientifico della ricerca europea “Architecture and Society of Holiday Camps. History and Perspectives”), Cristiano Rosponi e Flavio Mangione (Fondazione CE.S.A.R., curatori del Quaderno monografico su Angiolo Mazzoni).
 
La mostra sarà aperta dal 14 al 29 maggio con i seguenti orari: dal lunedì al sabato, 16,30 - 19,00
 
Per informazioni: 06 3264939 - info@bsrome.it - www.bsr.ac.uk
 
(nella foto: Colonia Rosa Maltoni Mussolini, Calambrone, Pisa, Angiolo Mazzoni, 1925-31, archivio RIBA)


Macchinette rassegna TV